Google Duplex sta arrivando sui dispositivi IOS e Android

 
google-duplex.JPG
 

Google Duplex, l’assistente vocale di Google capace di interagire con gli esseri umani, si prepara a sbarcare sui dispositivi iOS e Android!

Si tratta di un sistema di intelligenza artificiale molto sofisticato capace di fare telefonate e interagire con le persone direttamente. Duplex ha la particolarità di avere una voce molto simile a quella umana ed è capace di formulare frasi complesse, di parlare velocemente e di fare osservazioni. Non solo: si tratta di un assistente vocale molto evoluto è in grado di fissare appuntamenti, fare prenotazioni e procurare informazioni.

Duplex sarà presto disponibile in ben 43 paesi: possessori di iPhone e smartphone Android, siete pronti a entrare nella nuova generazione?

Noi non vediamo l’ora.

Fonte: Cnet


Hai uno smartphone da riparare?

Dipendenza da smartphone? Il rimedio c’è, parola di Apple.

 
 

Siamo dipendenti da smartphone e tablet? L’argomento non è nuovo, complice la sincera preoccupazione che Tim Cook (CEO di Apple) e Google hanno espresso di recente per il benessere digitale degli utenti.

Ma gli italiani come se la cavano? Hanno un rapporto sano con questi dispositivi? Secondo i dati del rapporto Agi-Censis è emerso che:

  • Il 61,7% degli utenti usa smartphone o tablet anche a letto.
  • Quasi il 50% lo usa durante i pasti, a pranzo o a cena.
  • Il 14% (il 20% dei giovani) ammette usare lo smartphone anche mentre si trova alla guida di un'automobile.
  • Il 22,7% ha spesso la sensazione di avere una vera e propria dipendenza.
  • L'11,7% vive con ansia l'eventuale impossibilità di connettersi.

I dati insomma non sono dei più incoraggianti e il problema della dipendenza dai dispositivi oggi risulta più attuale che mai; è significativo infatti che lo stesso Tim Cook abbia espresso la sua preoccupazione a riguardo. Il mea culpa, però, sembra aver prodotto ben più che semplici parole di circostanza: dopo Google, infatti, anche Apple è al lavoro per produrre delle soluzioni finalizzate a limitare il tempo che gli utenti trascorrono con la testa china sui propri dispositivi.

Penso sia diventato chiaro a tutti che alcuni spendono troppo tempo sui propri dispositivi mobili", ha infatti dichiarato TIM Cook, che ha poi aggiunto "abbiamo cercato di riflettere profondamente su come possiamo aiutarli. Onestamente, non abbiamo mai voluto che le persone esagerassero con l'utilizzo dei nostri prodotti. Noi vogliamo che le persone siano spinte dai loro telefoni a fare cose che non potrebbero fare altrimenti. Ma se passi tutto il tuo tempo sul telefono, vuol dire che lo stai sprecando.
(TIM COOK)

La nuova era arriverà con IOS 12 che avrà una serie di funzioni molto interessanti tra cui:

  • "Utilizzo schermo", ovvero la funzione in grado di fornire il tempo trascorso su Facebook, browser ecc.
  • Possibilità di impostare dei limiti di utilizzo per le app in modo che queste si blocchino una volta superato il tempo stabilito (il blocco si potrà comunque rimuovere manualmente).

Riusciremo nel tempo a stabilire un rapporto più sano con la tecnologia grazie a queste contromisure? La situazione è delicata e c’è da augurarsi che sempre più aziende comincino ad avere a cuore la salute dei propri consumatori.

Fonte: Tom's Hardware

Red Hydrogen One: il primo smarptphone android con schermo olografico

Red, Il produttore di videocamere professionali usate in campo cinematografico, si è da poco affacciato sul mercato smartphone annunciando il Red Hydrogen One: si tratta della prima holographic media machine, ovvero un dispositivo dotato di uno schermo con nanotecnologie capaci di visualizzare contenuti in 2D e 3D in realtà aumentata, senza che sia necessario ricorrere a visori o occhiali dedicati.

Red Hydrogen One può supportare contenuti RED Hydrogen 4-view formato siglato H4V e contenuti in visione stereo 3D per immagini, foto e video, ai quali abbina un audio multidimensionale gestito con l’algoritmo proprietario H3O che converte il suono stereo. Ancora nessuna notizia invece per quanto riguarda processore, memoria e RAM.

Il suo arrivo è previsto per il primo trimestre 2018, ma lo si può già preordinare al prezzo di 1.195 dollari (modello in alluminio) oppure 1.595 dollari (modello in titanio).

Fonte:

Macitynet

 

 

Android sorpassa Windows: il sistema operativo di Google è il più usato

A sostenerlo la società di analisi irlandese StarCounter: le connessioni di dispositivi che usano il sistema operativo Android (soprattutto smartphone e tablet) sono maggiori rispetto a quelle che provengono da computer e apparecchi targati Windows (37,93% contro 37,91%).

Una fine sorprendente per la leadership di Windows che durava dagli anni Ottanta, soprattutto se si considera che fino a 5 anni fa Android veniva usato da appena il 2,4% degli utenti della rete. Il merito va soprattutto ai mercati di Asia, India e Cina, ma altrove Windows ha tenuto bene il colpo: è infatti ancora in testa negli Stati Uniti e in Europa (eccezion fatta per la Polonia), così come tiene bene sui computer da casa e portatili, di cui detiene l’84% del mercato. È ancora presto, insomma, per decretare la fine del sistema di Redmond.

Fonte; Repubblica→

 
 

L’iPhone 8 avrà un sensore per le impronte sul display?

La notizia è arrivata qualche settimana fa: l’iPhone 8 probabilmente integrerà nello schermo un sensore basato sulla tecnologia di imaging a ultrasuoni per il riconoscimento delle impronte. Il motivo sarebbe da ricercare nella maggiore praticità di questa tecnologia, che non richiede pressione e funziona anche se il dito è bagnato; inoltre non è un mistero che la Apple voglia eliminare il tasto home a favore di un’area touch-screen, ragion per cui il riconoscimento delle impronte tramite display sarebbe la conseguenza naturale di questo cambiamento.

 
 

Questo insomma potrebbe decretare il pensionamento definitivo del Touch ID (introdotto la prima volta con l’iPhone 5s nel 2013), anche se non è ancora sicuro che la tecnologia impiegata sarà davvero quella di imaging a ultrasuoni: si è parlato infatti di un ipotetico meccanismo di sblocco attivato tramite fotocamera frontale 3D, che agisce mappando il volto dell’utente. Per saperne di più, come sempre, bisognerà attendere la presentazione ufficiale dell’iPhone 8 che dovrebbe tenersi al Keynote tra settembre e ottobre.

Fonte: Tomshw→

Apple deposita un nuovo brevetto: iPhone e iPad due potenziali laptop?

 
 


Unire prodotti Apple® differenti in un unico dispositivo? È quanto sembra stia progettando l’azienda di Cupertino: in un prossimo futuro, infatti, iPhone e iPad potrebbero dare vita a un dispositivo 2 in 1 in stile Macbook. Stando al brevetto rilasciato da poco, l’iPhone potrà essere integrato a un accessorio che fornirà un display più grande e una tastiera; il melafonino fornirebbe la potenza di calcolo, la connettività e l’elaborazione grafica, senza contare il possibile uso come touchpad. Per quanto riguarda invece l’iPad, il progetto sembra prevedere un supporto per sistemare il tablet in verticale in modo da offrire una tastiera QWERTY completa e un trackpad.
 

FONTE
Repubblica >>