Samsung Galaxy Note 10 e Note 10 Pro: quali novità in arrivo?

 
 

Manca poco: ad agosto Samsung presenterà i nuovi top gamma, Il Galaxy Note 10 e Note 10 Pro! Cosa sappiamo finora dei due nuovi modelli? Scopriamolo subito.

I modelli

I modelli in arrivo dovrebbero essere 4:

  • 2 versioni di base con diplay curvo AMOLED da 6,28 pollici (di cui uno con supporto 5G).

  • 2 varianti con schermo da 6,75 pollici (di cui uno con supporto 5G).

Il processore

Il processore sarà quasi sicuramente lo Exynos 9820 o il Qualcomm Snapdragon 855, con 8 o 12 GB di RAM e fino a 1 TB di memoria interna.

Il comparto fotografico

Alcune immagini delle cover diffuse da Slashlaks ci hanno dato invece delle anticipazioni per quanto riguarda il comparto fotografico: vediamole insieme.

Innanzitutto le fotocamere cambieranno posizione: quelle posteriori saranno in verticale sul lato sinistro (anziché in orizzontale), mentre la fotocamera frontale sarà al centro del display.

Sul retro è possibile la presenza di un sensore principale da 12 MP unito a un grandangolare da 12 MP e a un teleobiettivo da 16 MP.  Il modello Pro dovrebbe integrare anche un quarto sensore TOF.

Altre specifiche

  • Confermata l’assenza del jack audio da 3,5 mm.

  • Non ci sarà un tasto dedicato all’assistente virtuale Bixby.

  • Galaxy Note 10 dovrebbe montare una batteria da 3400 mAh, mentre il Galaxy Note 10 Pro ne avrebbe una da 4500 mAh.

Ancora nulla, invece, per quanto riguarda i prezzi.

Fonte: Tom’s Hardware


Hai uno smartphone samsung da riparare?

 


Samsung Galaxy S10: in arrivo un sensore a ultrasuoni per sbloccare il telefono?

 
 

Un sensore per impronte digitali con tecnologia a ultrasuoni? Con Samsung potrebbe diventare realtà. Quello che sappiamo per ora è che l'azienda coreana ha depositato un brevetto negli Stati Uniti che riguarda un sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali da inserire sotto il display.

Il sensore, che avrebbe appunto una tecnologia a ultrasuoni, dovrebbe permettere di migliorare l’usabilità e l’ergonomia del telefono: questo perché non saremmo più costretti a poggiare il dito su una superficie di dimensioni limitate, Inoltre il sensore dovrebbe assicurare una maggiore velocità di sblocco e più affidabilità. Non solo: si tratta di una tecnologia piuttosto flessibile perché potrebbe essere usata anche sul retro del telefono e sotto i tasti.

Finora non sappiamo se il sensore sarà davvero integrato nel nuovo Samsung Galaxy S10: non tutti i brevetti infatti diventano realtà, quindi per saperne di più bisognerà aspettare gennaio 2019, ovvero il prossimo CES di Las Vegas.

Fonte:

Tom's Hardware

 

Galaxy A8: Samsung parte alla conquista della fascia media

Ci siamo: il Galaxy A8 sta per arrivare. L’ultima fatica di Samsung è pronta a rubare il cuore dei consumatori di fascia media, un segmento sempre più importante nel settore dei dispositivi mobile.

 
 

Ma quali sono le caratteristiche principali di questo nuovo smarthphone?

Innanzitutto le cornici ridotte: siamo davanti a un design che riprende quello del Samsung S8, anche se le cornici non sono propriamente borderless. Poi abbiamo una doppia fotocamera, una scocca in vetro e alluminio e ben 4 varianti di colore: Black, Orchid Grey, Gold e Blue.

Lo smartphone può contare sulla funzione LIveFocus, grazie alla quale si può regolare il grado di sfocatura dello sfondo. A muovere tutto ci sarà il processore SoC Exynos 7885, mentre il sistema operativo sarà Android 7.1.1 Nougat.

Vediamo meglio i dettagli tecnici:

  • Schermo: 5,6 pollici Full-HD+ (1.080 × 2.220, 441 ppi), Super AMOLED, 18.5:9, Gorilla Glass
  • SoC: Exynos 7885 Octa-Core
  • GPU: Mali-G71
  • RAM: 4 GB
  • Storage: 32/64 GB espandibili tramite micro-SD fino a 256 GB
  • Fotocamera posteriore: 16 MP f/1.7, Flash LED
  • Fotocamera anteriore: Dual-camera, 16 MP f/1.9 + 8 MP f/1.9Connettività: Dual-SIM, Wi-Fi ac Dual-Band, Bluetooth 5.0, NFC
  • Sicurezza: Sensore per il riconoscimento delle impronte digitali posizionato sul retro
  • Dimensioni: 149,2 × 70,6 × 8,4 mm
  • Peso: 172 grammi
  • Batteria: 3.000 mAh
  • Ricarica: USB Type-C, ricarica rapida attraverso lo standard adaptive fast charging
  • Sistema operativo: Android 7.1.1 Nougat personalizzato con Samsung Experience
  • Colori: Black, Orchid Grey, Gold e Blue

Ecco il video promozionale: buona visione!

 
 

Il Samsung S9 avrà uno scanner dell’iride più veloce e preciso

La tendenza è chiara: le tipologie di sblocco alternative all’impronta saranno sempre più diffuse nei futuri smartphone. Ce lo conferma Samsung che al momento sta lavorando per implementare nel suo nuovo top gamma uno scanner potenziato dell’iride. L’affidabilità e la precisione del sensore sarà garantita da una fotocamera da 3 MP che aiuterà a ottenere una scansione ad alta risoluzione anche in condizioni di scarsa illuminazione.

L’obiettivo, insomma, è rimediare agli errori del passato visto che la tecnologia di sblocco del Galaxy S8 non sembra troppo efficiente. Infatti nonostante Samsung avesse implementato la funzione “touchless” già nel Galaxy Note 7 (prima ancora che lo facesse Apple) questa sembra mancare ancora di velocità e accuratezza: due difetti che al momento rendono il Face ID un sistema molto più efficace. Vedremo ancora per quanto.

 
 

Fonte:  Macitynet

 

 

Samsung Galaxy S9: 3 possibili novità del nuovo top gamma

Settimana ricca di notizie per quanto riguarda il prossimo top gamma Samsung, il Galaxy S9! Un report realizzato da VTECH ha puntato i riflettori su alcune caratteristiche innovative che caratterizzeranno il prodotto di punta della casa coreana. Vediamole subito.

 
 

Sensore con obiettivo f/1.5.

La prima novità riguarda il comparto fotografico: il Samsung Galaxy S9 potrebbe infatti avere un sensore con obiettivo f/1.5 che farebbe guadagnare all’azienda coreana un primato importante. Secondo il report il sensore avrebbe un’apertura variabile del diaframma: non è ancora chiaro però se potrà essere l’utente a gestirla o se questa sarà gestita in automatico.

Sensore per impronte digitali

La seconda novità riguarda invece un sistema di riconoscimento delle impronte digitali di cui la Samsung avrebbe depositato il brevetto. La particolarità sta del fatto che dovrebbe essere posizionato sotto lo schermo, ma non solo: per facilitare il riconoscimento dell’impronta, Samsung avrebbe ipotizzato ben 12 punti di pressione diversi in modo da poter posizionare il dito su più porzioni dello schermo.

SoC a 10 nm FinFET

La terza e ultima novità permetterà infine una riduzione del 15% del consumo energetico: tutto grazie al SoC a 10 nm FinFET che potrebbe diventare il vero cuore dei prossimi prodotti Samsung.
 

Fonte: Tom's Hardware

 

Samsung Galaxy S9: alcuni render mostrano il possibile design dei nuovi top gamma

L’appuntamento è fissato per il 2018: Samsung Galaxy S9 e Galaxy S9 Plus debutteranno il prossimo anno e già si parla di alcune differenze sostanziali rispetto alla generazione precedente. Molto probabile la presenza di un sensore di impronte digitali posto sul retro del telefono e di una telecamera con doppio modulo messa in posizione verticale, come per l’iPhone X. I render da poco diffusi mostrano un Galaxy S9 con display da 5,8’’ e cornici più ottimizzate; non è da escludere anche la presenza di un sistema di riconoscimento facciale 3D.

Il Galaxy S9 Plus invece sembrerebbe avere un display più ampio, da 6,2’’, e una batteria più grande. Entrambi i modelli sarebbero resistenti all’acqua e alla polvere, e non avrebbero un ingresso jack per le cuffie: anche in questo caso una scelta che riflette la linea già adottata da Apple per l'iPhone 7 e i modelli successivi.

Fonte: Macitynet

Il primo telefono pieghevole di Samsung potrebbe arrivare nel 2018

 
 

Un telefono pieghevole entro il 2018: questa è la nuova sfida lanciata da Samsung. La tecnologia è ancora in via di perfezionamento, almeno così ha annunciato Dongjin Koh, presidente del business mobile di Samsung:

Quando saremo certi di aver superato alcuni problemi, lanceremo il prodotto. Stiamo analizzando a fondo varie questioni che dobbiamo superare, perché non vogliamo realizzare pochi dispositivi per poche persone. Vogliamo far sapere che Samsung ha realizzato un ottimo prodotto. Così abbiamo deciso di adottare il display pieghevole nella nostra roadmap.

Già nel 2012 Samsung aveva presentato il prototipo di dispositivo con schermo AMOLED pieghevole: che sia davvero arrivato il momento di una nuova era degli smartphone?

Fonte: Macitynet

Galaxy Note 8 è lo smartphone con il miglior display

Lo hanno premiato con una A+, il voto più alto assegnato finora nella categoria: a decretare la superiorità dello schermo del Galaxy Note 8 è stata DisplayMate, società che si occupa di produrre software di calibrazione e ottimizzazione degli schermi.

Diversi sono i fattori che gli hanno fatto meritare quest’ottima valutazione. Innanzitutto la luminosità pari a 1.240 nits (migliore anche di quella dell’iPhone 7); poi ci sono l’ottimo rapporto di contrasto, la gamma di cromatica, il contrasto misurato con luce ambientale. Pollice in su infine anche per il software di gestione, soprattutto per quanto riguarda il Mobile HDR e i settaggi manuali della temperatura del colore.

Grazie alle sue ottime specifiche il Galaxy Note 8 è un valido candidato al titolo di miglior phablet Android; basterà questo a farlo concorrere ad armi pari con l’attesissimo iPhone 8? Lo schermo da 5,8 pollici che c il prossimo melafonino monterà grazie al design borderless, infatti, lo collocherà con ogni probabilità nel segmento phablet. La sfida si preannuncia molto interessante, soprattutto perché ai contendenti si aggiungerà un terzo avversario, lo Huawei Mate 10, che darà filo da torcere ai suoi sfidanti.

Fonte: Tom's Hardware

 

Samsung Galaxy S9 sarà pronto per gennaio?

La tabella di marcia del Samsung Galaxy S9 sembra destinata ad accelerare: lo confermano gli ordini dei pannelli OLED, destinati a partire a novembre, ben 2 mesi in anticipo rispetto a quelli del Galaxy S8 (ordinati a gennaio).

Arrivati i display, solitamente occorrono circa 2-3 mesi per l’assemblamento del dispositivo, quindi è giusto presumere che la presentazione del Galaxy S9 potrebbe avvenire a gennaio; probabile, di conseguenza, il lancio ufficiale a febbraio. Il lancio anticipato, dopotutto, assume un significato ben preciso nella strategia Samsung, decisa a contrastare le vendite dell’iPhone 8 che arriverà sul mercato a breve.

 
 

Fonte: Androidiani

 

Galaxy S9 avrà un design modulare?

 
 

Uno smartphone da personalizzare secondo i propri gusti ed esigenze?
È quello che lascia pensare il prossimo modello di punta di casa Samsung, il Galaxy S9, che potrebbe spingersi verso una forma di design modulare, vale a dire da costruire a piacimento.

Il dispositivo dovrebbe quindi montare dei pin magnetici sulla parte posteriore, grazie ai quali si potranno aggiungere mod a proprio piacere: batteria aggiuntiva, fotocamere migliore, eventuali altoparlanti e via dicendo. Per il momento è ancora presto per capire se la Samsung si muoverà davvero in questa direzione: per maggiori notizie bisognerà attendere le prossime settimane.

Fonte: Androidiani

 

Samsung Galaxy Note FE sarà un Note 7 con batteria più piccola

A parte la batteria non ci sarebbero novità sostanziali tra il Samsung Galaxy Note FE il e il Note 7: è quello che emerge dallo studio che iFixit ha condotto su entrambi i dispostivi. La batteria sarà più piccola: il suo valore infatti scende da 3500 mAh a 3200 mAh, in pratica si passa da 13,48 Wh a 12,32 Wh.

Anche l'autonomia sarà probabilmente inferiore visto che il resto dell'hardware è identico al modello dello scorso anno. Le dimensioni, infine, sono leggermente diverse: la nuova batteria pesa infatti 2,3 grammi in meno.

Samsung Galaxy Note 8: la presentazione ufficiale sarà il 23 agosto

Finalmente abbiamo una data: il Samsung Galaxy Unpacked 2017, l’evento di presentazione del Samsung Galaxy note 8, si terrà a New York il 23 agosto. Con la notizia sono apparsi in rete alcuni rendering non ufficiali con le presunte specifiche del nuovo smartphone.

Il design del Samsung Galaxy Note 8 dovrebbe richiamare quello del Galaxy S8, ma con alcune varianti: si parla di uno schermo da 6,3 pollici, ma con bordi più squadrati. La fotocamera posteriore dovrebbe essere doppia, con sensori da 12 megapixel; completano il tutto uno SoC Snapdragon 835 (o forse un Exynos 8895), 6 GB di RAM e una batteria da 3300 mAh.
L’arrivo nei negozi è atteso tra fine settembre e ottobre.

Samsung Galaxy Note 8 in arrivo ad Agosto

Doveva essere presentato a settembre all’IFA 2017 di Berlino, ma un nuovo report ha da poco annunciato una nuova data: il 26 agosto. Samsung avrebbe infatti deciso di anticipare perché diversamente l’iPhone 8 (o l’iPhone 7s) e il Galaxy Note 8 sarebbero usciti lo stesso mese.

Il report ha inoltre confermato alcune caratteristiche del Note 8:

  • Infinity Display da 6.3 pollici
  • S-Pen migliorata,
  • Doppia fotocamera posteriore
  • Assistente vocale Bixby
  • Lettore di impronte digitali sul retro del device, ma spostato in posizione centrale.

Fonte:

Androidiani

Annunciati Galaxy J3, J5 e J7: Samsung punta sulla fascia di consumatori medio-bassa

Samsung ha da poco presentato i tre modelli con i quali andrà alla conquista della fascia di acquirenti medio-bassa, da sempre punto strategico del colosso sudcoreano. Vediamo nello specifico le caratteristiche di ognuno.

Galaxy J3 2017

299,00 euro (disponibile da giugno)

Il modello base sarà il J3, dotato di un SoC Exynos 7570, un processore presentato ad agosto, una CPU Quad-Core Cortex-A53 a 1.4 GHz e 2 GB di RAM. Il display sarà da 5 pollici IPS LCD con risoluzione HD; la fotocamera posteriore sarà da 13 MP con Flash LED, mentre la fotocamera anteriore sarà da 5 MP. La memoria interna disporrà di 16 GB, espandibili tramite Micro-SD. Il tutto è alimentato da una batteria da 2.400 mAh e mosso da Android 7.0 Nougat.

Galaxy J5 2017

299,00 euro (disponibile da luglio)

Per il Galaxy J5 Samsung ha scelto invece un SoC Exynos 7870, sempre a 14nm, con CPU Octa-Core a 1.6 GHz e 2 GB di RAM. Il display sarà da 5.2 pollici HD (1.280 x 720, 282 ppi), realizzato con tecnologia Super AMOLED. La fotocamera posteriore sarà da 13 MP con Flash LED, mentre quella anteriore da 13 MP. Lo smarthphone potrà contare su una memoria interna da 16 GB espandibile tramite Micro-SD e su una batteria da 3.000 mAh. Anche questo modello integrerà Android 7.0 Nougat.

Galaxy J7 2017

349,00 euro (disponibile da luglio)

Infine, il Galaxy S7 avrà delle caratteristiche simili a quelle del J5 anche se con alcune varianti: la RAM sarà di 3 GB, il display un 5.5 pollici Full-HD (1.080 x 1.920, 401 ppi) Super AMOLED, mentre la batteria sarà da 3.600 mAh.

Fonte: Tomshw

Il Galaxy S8 Active si mostra: è la versione rugged del top gamma Samsung

Si tratta della versione alternativa del top gamma Samsung, il Galaxy S8, con un design che ricorda per alcuni aspetti quello di Lg G6. Il nuovo smartphone dovrebbe essere presentato tra qualche settimana (la certificazione ricevuta dalla Wi-Fi Alliance ne dimostra l’effettiva esistenza). Dal punto di vista tecnico si parla di prestazioni praticamente identiche a quelle del Samsung Galaxy S8:

  • display da 5.8 pollici QHD+ (1.440 x 2.960)
  • 4 GB di RAM
  • fotocamera posteriore da 12 MP
  • 64 GB di memoria interna
  • Android 7.0 Nougat

Il processore sarà probabilmente lo Snapdragon 835, ma per ulteriori dettagli bisognerà aspettare la presentazione ufficiale.

Fonte: Tomshw

Galaxy Note 7R sarà disponibile a metà prezzo?

È proprio lei, la versione riveduta e corretta dello sfortunato Galaxy Note 7, in arrivo a breve sul mercato sudcoreano; la notizia è che potrebbe avere un prezzo molto interessante, circa 430 dollari rispetto ai 620 ipotizzati in un primo momento, il che lo renderebbe un ottimo affare – forse il migliore – nel campo della tecnologia Android.

La data di uscita non è ancora disponibile, ma considerati gli ottimi risultati in termini di vendita del suo predecessore è possibile che questa nuova versione ricondizionata ottenga ottimi riscontri.

Fonte: Androidiani

 

Il Samsung Galaxy S8 è più facile da riparare rispetto al S7

Ad affermarlo è iFixit, il sito specializzato nella riparazione di dispositivi elettronici: il Samsung Galaxy S8 presenta meno problemi del vecchio modello S7 per quanto riguarda gli interventi di riparazione. Il design borderless del nuovo top gamma, insomma, sembra non aver complicato particolarmente la situazione anche se – come hanno fatto intendere i tecnici – ci sono alcune criticità: lo schermo curvo abbinato al design borderless infatti rende impossibile sostituire il vetro frontale senza rompere il display: questo significa che in caso di caduta si renderebbe necessaria la sostituzione di vetro e touch-screen. Oltretutto il vetro sulla black cover crea qualche problema per il disassemblaggio.

Il fattore della riparabilità un po’ più problematica pone alcune ombre sul nuovo dispositivo della casa coreana: considerato il prezzo, potrebbe essere una buona idea attendere il classico deprezzamento che subentra con il tempo prima di acquistarlo.

Fonte: Repubblica

Bixby: in arrivo l’assistente vocale del Samsung Galaxy S8

Lui si chiama Bixby ed è il nuovo assistente vocale del Samsung Galaxy S8: promette di rendere molto semplice l’interazione con le altre app e di riuscire a intuire anche i comandi con informazioni incomplete. Come i suoi concorrenti, Bixby ha dovuto fare i conti con una particolare criticità: riuscire a comprendere gli input che coinvolgono altre applicazioni nell’elaborazione di una risposta soddisfacente.

Fino a poco tempo fa, infatti ,se si cercava di prenotare un tavolo al ristorante o di mostrare il percorso per arrivare a destinazione sul navigatore Waze, gli assistenti vocali non riuscivano a comprendere le istruzioni; con Bixby però risulterà tutto molto più semplice, i comandi saranno molto più facili da interpretare e tutto sarà a portata di voce.

Fonte: Il Messaggero→

 

 

Arriva l’edizione Microsoft del Samsung Galaxy S8

Sembra proprio che la partnership tra Microsoft e Samsung stia diventando sempre più stretta: a confermarlo è la notizia dell’uscita di una versione personalizzata del Samsung Galaxy S8 che, una volta connesso al Wi-Fi, procederà a scaricare e installare il pacchetto Office insieme a Outlook, OneDrive, One Note, Bing, Groove, Skype, MSN News e altro. Sarà presente anche l’assistente vocale Cortana.

Il progetto pone dei dubbi sul futuro di Windows 10 Mobile: l’edizione personalizzata del Samsung Galaxy S8 infatti sembra essere un segno del progressivo disinteresse di Microsoft verso il proprio sistema operativo per mobile. Emblematico è anche il fatto che gli ultima top gamma Lumia risalgono al 2015, una distanza abissale in un mercato competitivo e veloce come quello hi-tech.

Fonte: Tomshw→