iPhone pieghevole? Potrebbe arrivare prima l’iPad

 
iphone-ipad-pieghevoli.png
 

Di iPhone pieghevoli si parla ormai da anni e il primo modello dovrebbe arrivare entro il 2021, secondo i principali analisti. Ma potrebbe esserci una sorpresa: il primo dispositivo Apple pieghevole a debuttare sul mercato potrebbe essere un iPad.

La ragione potrebbe trovarsi nella consapevolezza della vera utilità dei dispositivi pieghevoli, vale a dire un display ampio che permetta di lavorare in mobilità, caratteristica che sicuramente si ritrova più in un tablet che in uno smartphone.

La vera incognita è il prezzo. Gli utenti si dichiarano disposti a spendere fino anche a 600 dollari in più rispetto agli smartphone attuali, e attualmente il Samsung Galaxy Fold e il Huawei Mate X si posizionano molto al di sopra di questa soglia (2000 dollari complessivi).

Riuscirà la Apple a creare un device competitivo a livello di prezzo?
Staremo a vedere.


Hai un iPhone o un iPad da riparare?

Niente paura, c’è iRiparo!

 
 

IPhone 2020: cosa aspettarsi dai nuovi modelli

 
iphone-2020.png
 

Il 2020 sarà un anno di grandi cambiamenti per gli iPhone: a rivelarlo è il sempre informatissimo analista Ming Chi Kuo, secondo cui la Apple sarebbe già pronta a stravolgere la sua offerta.

5G a tutta velocità

La rete 5G è la prima grande novità dei futuri melafonini: le stime di Ming Chi Kuo ci informano che molto probabilmente tutti e 3 i nuovi modelli saranno in grado di connettersi alla rete 5G; cambiamento di rotta confermato anche dalla recente acquisizione da parte di Apple della divisione modem per smartphone di Intel.

Va aggiunto però che probabilmente passerà qualche tempo prima che la Apple possa avvalersi di una soluzione proprietaria e che quindi quasi sicuramente per i primi iPhone 5G il colosso di Cupertino si affiderà a Qualcomm, con la quale già è pronto un contratto di fornitura di 5 anni.

Sempre Kuo afferma che è possibile che gli iPhone supporteranno sia le tecnologie mmWave che lo spettro sub-6 GHz, il che lascia immaginare un aumento di prezzo di tutti i nuovi modelli.

Addio LCD, benvenuti schermi OLED!

Display sempre più grandi e sempre più performanti: per i nuovi iPhone si parla di schermi da ben 6.7, 6.1 e 5,4 pollici, tutti molto probabilmente OLED nonostante si vociferasse che nel 2020 almeno un modello avrebbe mantenuto uno schermo LCD.

A quanto pare però LG è pronta a investire 2,6 miliardi sulla tecnologia OLED per rifornire i suoi committenti, e tra questi ci sarebbe anche la Apple.
La transizione da LCD a OLED quindi sarà completata prima del previsto.


iPhone rotto?

Ci pensa iRiparo!

Airpods 2: cosa sappiamo finora

 
 

Non c’è dubbio: gli AirPods hanno dato una vera scossa al mercato delle cuffie bluetooth, ma non solo; è altrettanto vero che questi auricolari hanno ampliato non di poco le potenzialità di Siri, l’assistente vocale implementato su iPhone e iPad, tanto che la loro evoluzione potrebbe rendere presto superfluo l’uso del telefono per svolgere determinati compiti.

Vediamo insieme cosa dobbiamo aspettarci da questa versione 2.0.

Un nuovo processore

La prima novità riguarderà probabilmente il processore che andrà a sostituire il W1, cui gli AirPods devono gran parte della loro fortuna. È atteso quindi il processore W2, che l’azienda di Cupertino ha già implementato sull’Apple Watch 3.

Riduzione dei rumori esterni

I circuiti di soppressione del rumore potrebbero essere una novità sostanziale che permetterà di gestire meglio i rumori di sottofondo.
La loro totale cancellazione però rimane ancora un obiettivo ambizioso che si lega a un consumo di batteria non indifferente; è possibile quindi che Apple opti piuttosto per una forma più ergonomica o eventualmente a materiali capaci di sigillare meglio gli auricolari.

Assistente virtuale migliorato

Per il momento gli AirPods non sono in grado di rispondere al comando vocale “Hey Siri” per richiamare l’assistente virtuale. Una funzione, questa, che richiederebbe tra l’altro un notevole consumo della batteria.
Che l’aggiornamento del sistema operativo sia in grado di implementare senza problemi anche questa funzione?

Auricolari impermeabili

Questo non vuol dire che gli AirPods diventeranno completamente impermeabili, ma saranno in grado di resistere molto bene alla pioggia.
Una buona notizia per gli amanti dello jogging, che potranno smettere di temere gli acquazzoni imprevisti!

Migliore autonomia

Così come il processore W2 ha aumentato l’autonomia dell’Apple Watch 3, così probabilmente sarà anche per gli AirPods 2 che potranno godere di una longevità ancora maggiore. Un fattore, questo, che potrebbe aumentare ulteriormente lo stacco degli auricolari Apple rispetto a quelli della concorrenza.

Misurazione del battito cardiaco (forse!)

Stando ai 3 nuovi brevetti depositati gli AirPods 2 potrebbero essere in grado di misurare i parametri vitali, elemento molto importante per gli amanti dello sport. Anche in questo caso il problema è rappresentato dal consumo della batteria che rende tutto più complesso. Se gli AirPods 2 non saranno in grado di implementare questa funzione, la speranza è di poterla vedere almeno sugli AirPods 3.

Fonte: Macitynet


Hai uno smartphone da riparare?

Consulta subito il listino delle riparazioni



Nel 2019 arriveranno un nuovo iPad mini e un iPad economico

 
 
 

Finalmente uno degli iPad più amati di sempre si prepara ad accogliere il suo erede: l’iPad mini 5. Ma non è tutto: è atteso anche un modello da 10’’ di fascia economica, che come l’iPad mini 5 dovrebbe uscire entro la prima metà del 2019.

Le caratteristiche

Per il momento non abbiamo molte informazioni per quanto riguarda le specifiche tecniche. L’iPad mini 5 potrebbe montare un processore Apple A10 e avere un pannello 9,7”. L’iPad 10’’ invece dovrebbe avere cornici più ridotte e andare a sostituire l’attuale iPad 9,7” economico, rispetto al quale avrà uno schermo più grande.

E il prezzo? Per ora non si sa, ma la Apple già merita di abbassare i costi di produzione acquistando i pannelli LCD dalla Corea invece che dal Giappone.

Hai un iPad da riparare?

 

Spotify arriva su Apple Watch!

 
 

Ci siamo quasi: l’app grazie alla quale potremo controllare la nostra musica preferita sull’Apple Watch sta per arrivare! Dopo 1 anno di lavoro, gli utenti finalmente avranno a disposizione un sistema di controllo per riprodurre i brani e connettersi ai propri altoparlanti e dispositivi tramite Spotify Connect. L’app avrà le stesse funzioni di Apple Music, quindi si potrà interagire con l’Apple Watch e riprodurre i brani, metterli in pausa e riavvolgerli a piacimento.

Ma non finisce qui: con i successivi aggiornamenti, Spotify permetterà l’ascolto offline di musica e podcast.

L’app sarà disponibile a partire dalla prossima settimana.

I requisiti necessari

Per usare Spotify su Apple Watch bisognerà installare l’ultima versione dell’app Spotify per IOS (8.4.79).

Buon ascolto!

 
 

Sorpresa all’Apple Store di Milano: Tim Cook partecipa alla presentazione di iPhone XR

Bagno di folla per il CEO della Apple Tim Cook, arrivato a sorpresa nello store di Milano in occasione della presentazione dell’iPhone XR. La visita è durata circa 30 minuti: Cook si è mischiato alla folla di curiosi che lo hanno riconosciuto quasi subito: d’obbligo i selfie ricordo, che il numero 1 di Apple ha concesso con piacere.

Grande amante di Milano – tra le sue città preferite – Cook ha pubblicato sul suo account twitter una foto dell’evento ribadendo il suo amore per il capoluogo lombardo. 

“Buongiorno Piazza Liberty! Milan is one of my favorite cities and I am very happy to be here with you today. Around the world, we hope everyone is enjoying the new iPhone XR!”

— Tim Cook (@tim_cook) 26 ottobre 2018

IOS 12: è arrivato il nuovo sistema operativo per iPhone e iPad

 
 

Stabilità e miglioramento delle prestazioni: queste sono le promesse di IOS 12, il nuovo sistema operativo per iPhone e iPad che la Apple ha rilasciato da poco. La buona notizia è che anche chi possiede un vecchio dispositivo potrà beneficiare del nuovo aggiornamento, che è disponibile per i device a partire dall’iPhone 5s e dall’iPad 2 mini fino ad arrivare a quelli più recenti. Non tutte le novità però saranno applicabili a tutti i dispositivi, perché alcuni aggiornamenti richiedono un hardware più recente.

Chi non ha ancora ricevuto dalla Apple l’annuncio ufficiale dell’arrivo di IOS 12 non disperi: il messaggio potrebbe arrivare un po’ in ritardo, ma l’aggiornamento sarà comunque disponibile per essere scaricato; è sufficiente andare in “Impostazioni”, poi in “Generali” e infine cliccare su “Aggiornamento software”. L’importante è che la carica della batteria sia superiore al 50%; in caso contrario, meglio collegare l’alimentatore.

Effetti collaterali previsti? Solo qualche rallentamento del telefono nelle prime ore e un consumo maggiore della batteria. Potrebbero volerci da qualche ora a un paio di giorni per poter testare le capacità dell’aggiornamento, quindi niente paura: un po’ di pazienza e in poco tempo il dispositivo sarà di nuovo in forma.

Fonte: Macitynet

Ricaricare i dispositivi Apple in contemporanea? Sì, grazie ad Airpower!

 
 

Era atteso all’inizio dell’anno, ma sembra che bisognerà aspettare almeno settembre se non direttamente Natale per poterlo stringere tra le mani: stiamo parlando di Airpower, la base a induzione per ricaricare contemporaneamente iPhone, Apple Watch e AirPods.

Si tratta di una sorta di “tappetino” su cui riporre i dispositivi, dotato di sensori specifici che dovrebbero prevenire ogni problema di surriscaldamento. Dalle immagini rilasciate s’intuisce come Airpower sia davvero poco ingombrante, il che lo rende perfetto da riporre sulla scrivania o anche semplicemente su un comodino.

La grande comodità inoltre consiste nel fatto che Airpower garantirà una distribuzione dell’energia tale da ricaricare i dispositivi indipendentemente dal punto in cui l’utente li collocherà.

 
 

Fonte: Macitynet

 

Apple annuncia i nuovi AirPods wireless, che nel 2019 diventeranno anche impermeabili

 
 

Nel corso del 2018 la Apple presenterà una versione migliorata dei suoi AirPods che monteranno un nuovo chip wireless. Ma non sarà l’unica novità: anche l’assistente vocale Siri sarà più performante, tanto che la si potrà chiamare direttamente con la voce senza dover effettuare il doppio tap su uno dei due auricolari. Basterà pronunciare “Hey Siri” e l’assistente sarà subito pronta ad aiutarci.

Ma Apple ama sorprendere e non si ferma mai: ecco quindi che nel 2019 con ogni probabilità potremo stringere tra le mani un nuovo modello di AirPods, stavolta impermeabili, capaci quindi di resistere a schizzi di pioggia e all’acqua in generale. Probabilmente non potremo immergerli completamente in acqua come l’Apple Watch 3, ma di sicuro gli auricolari potranno sopravvivere indenni ai piccoli imprevisti quotidiani.

Infine la Apple ha annunciato anche un nuovo case di trasporto per le sue cuffiette, acquistabile come accessorio separato e dotato di un sistema di ricarica wireless integrato.

Per l’azienda di Cupertino insomma si preannuncia un’ottima annata ricca di novità; e noi non vediamo l’ora di conoscerle.

Fonte: Macitynet

 

 

Apple: i moduli Face ID forniti da LG in arrivo sugli iPad Pro e sui futuri iPhone

Il Face ID è pronto a sbarcare sui futuri dispositivi Apple: sarà LG a fornire i moduli che arriveranno non solo sugli iPad Pro ma anche sugli iPhone che usciranno in autunno.

Secondo la testata coreana The Investor la Apple avrebbe già pianificato un investimento di 820 milioni di dollari; l’accordo sarebbe stato stipulato a novembre, in un momento piuttosto particolare per l’azienda di Cupertino, quando la produzione di iPhone X era inferiore alla domanda di mercato:
un problema che, secondo diverso fonti, sarebbe stato causato proprio dai rallentamenti nella produzione e nell’assemblaggio dei moduli per il Face ID.

 
 

Fonte: Macitynet

Sostituzione batteria iPhone a soli 29 €

Presso i nostri centri di Roma Prati e di Latina non perdere questa offerta speciale

Sostituiamo la batteria del tuo IPHONE 5, 5s, 6, 6s, 6plus, 6splus e SE
a soli 29€

IPHONE.png

OFFERTA VALIDA FINO AL 24 SETTEMBRE


Prenota ora la tua riparazione

iRiparo Prati 06 39735411
iRiparo Latina 0773 696048


Oppure vieni a trovarci!

ORARI 
DA LUNEDI A SABATO
orario continuato
09:30 - 19:30
 

INDIRIZZO
C.ne Trionfale 7 (P.le Degli Eroi - Metro Cipro)
00136 Roma

TELEFONO
06 39735441

EMAIL
romaprati@iriparo.com

ORARI 
DA LUNEDI A SABATO
09:30 - 13:00 (lunedì mattina chiuso)
16:30 - 19:30
 

INDIRIZZO
Piazzale G. Carturan 16
04100 Latina

TELEFONO
0773 696048

EMAIL
latina@iriparo.com

LG Innotek produrrà i circuiti stampati flessibili per l’iPhone 9?

L’iPhone 8 deve ancora uscire, ma già circolano indiscrezioni sul futuro iPhone 9: secondo il sito Korea Economic Daily, la casa La coreana LG Innotek specializzata in componentistica e materiali  starebbe per avviare la produzione di circuiti stampati (PCB) flessibili con l’obiettivo di diventare uno dei futuri fornitori della Apple.

I circuiti flessibili sono essenziali per creare dispositivi con pannelli OLED curvi e offrono inoltre maggiore affidabilità per quanto riguarda le connessioni elettriche: già l’iPhone 8 dovrebbe integrare questi pannelli (prodotti però da Samsung), mentre il modello successivo a quanto sembra potrà contare su quelli prodotti da LG Innotek (anche se è possibile che la Apple decida di dividere le commesse tra LG e Samsung).

 
 

Fonte: Macitynet

Apple Watch implementerà il monitoraggio della glicemia

Un Apple Watch capace di monitorare anche la salute: sarebbe questa la direzione verso la quale si sta muovendo la Apple, e a riferirlo è il sito BRC.
Il monitoraggio del glucosio dovrebbe avvenire in modo indolore e non invasivo; Apple avrebbe individuato infatti la zona esatta dalla quale eseguire la lettura senza che sia necessario pungersi le dita, il tutto con il benestare della Food and Drug Administration, l'organizzazione che  –  tra le altre cose  – 
è incaricata di vigilare su qualsiasi strumento di controllo e monitoraggio.

200 esperti sarebbero al lavoro per implementare nuove funzioni dedicate alle salute, ma non è chiaro se queste compariranno sugli Apple Watch che verranno immessi nel mercato a fine anno o se saranno implementate su dispositivi ancora in lavorazione: finora infatti le voci sugli Apple Watch parlavano di aggiornamenti minori dedicati perlopiù alla batteria, al design e ai componenti hardware.

Fonte: Macitynet

 

IPhone 8 e iPhone 7s in arrivo a ottobre

Secondo l’ultimo report rilasciato, l’iPhone 8 e l’iPhone 7s arriveranno a ottobre: smentite dunque le voci che parlavano di un forte ritardo dovuto a una scarsità di scorte che avrebbe dovuto far slittare la distribuzione in un periodo compreso tra ottobre e dicembre.

Pur confermando che non ci saranno ritardi sul lancio, il report rilasciato tuttavia pone una serie di domande sul perché la distribuzione di iPhone 8 e iPhone 7s cominci a ottobre e non a settembre, come consuetudine. Diversi costruttori partner di Apple hanno comunque confermato la tabella di marcia sia per quanto riguarda la produzione di schede madri e la costruzione delle batterie; dal 10 giugno inizierà anche la produzione dei wafer per costruire i processori Apple A11.

Fonte: Macitynet

IPhone 8 avrà la ricarica wireless?

Uno schema tecnico e un brevetto comparsi sul web in questi giorni hanno suggerito la possibilità che il nuovo iPhone 8 potrebbe avere un sistema di ricarica wireless, forse addirittura a lunga distanza. Secondo le prime ipotesi potrebbe trattarsi di un sistema wireless basato sullo standard QI; a confermare la possibilità è il brevetto da poco depositato per un dispositivo indicato come Wireless Charging and Communications Systems With Dual-Frequency Patch Antennas.

Le antenne dovrebbero aiutare a localizzare il dispositivo con precisione, indirizzare il segnale e velocizzare così il processo di ricarica. Tuttavia l’esistenza del brevetto non assicura che l’iPhone 8 avrà davvero un sistema di ricarica a lunga distanza, ma potrebbe semplicemente indicare che la Apple stia considerando di implementarla in un prossimo futuro.

 
 

Fonte: Tomshw

Apre l’Apple Dubai Mall, il terzo store Apple per importanza e dimensioni

Sotto gli occhi di una folla accorsa per la sua inaugurazione, il 27 aprile ha finalmente aperto le porte il nuovo Apple Dubai Mall, il lussuosissimo negozio Apple di nuova generazione dotato di arredamento in legno su misura, nuovi tavoli da esposizione, ampie vetrate che si chiudono in automatico, schermi, display e tanto altro ancora.

Ecco un piccolo tour per scoprire i suoi interni:

Apple: in arrivo iPhone e prodotti in materiale 100% riciclabile?

La notizia dell’iniziativa green di Apple arriva direttamente da Lisa Jackson, Vice President Environmental Initiatives di Apple. L’obiettivo? Creare iPhone e prodotti Apple con materiale 100% riciclabile, rispettoso dell’ambiente e a impatto zero. Questa è la dichiarazione della Jackson rilasciata a Vice News:

“Stiamo facendo qualcosa che raramente facciamo: annunciare un obiettivo ancora prima di avere compreso come raggiungerlo. Siamo dunque un po’ nervosi ma pensiamo anche sia davvero importante perché come settore riteniamo sia la direzione dove la tecnologia dovrebbe andare”.

Un’iniziativa senza precedenti per un’azienda hi-tech che certamente promette un impatto positivo non solo sull’ambiente ma anche sull’immagine della stessa Apple, comunque già impegnata fin dal 2010 nel controllo della provenienza dei cosiddetti “conflict minerals” come stagno, tantalio, tungsteno e oro; di recente l’azienda sta conducendo anche un’indagine approfondita sul cobalto importato dal Congo, usato d per costruire le batterie agli ioni di litio: questo per evitare il rischio di finanziare inavvertitamente gruppi armati della Repubblica Democratica del Congo o di paesi confinanti.

 
 

 

Fonte:

Macitynet→

 

iPhone 8: un render anticipa il design del nuovo smartphone Apple

Potrebbe trattarsi del design definitivo dell’attesissimo iPhone 8: un render diffuso in queste ultime ore lascia intendere che la Apple potrebbe davvero essere la prima azienda a far uscire uno smartphone full-screen, con Touch ID collocato nella parte inferiore del display in sostituzione dell’iconico tasto Home.

Sotto lo schermo potrebbero trovarsi anche la capsula auricolare, il sensore di luminosità e quello di prossimità, compresi una dual-camera con riconoscimento del volto in 3D e l’altoparlante di sistema. Si parla inoltre di uno schermo da 5.8 pollici con cornici di appena 4 millimetri, un processore A11 Fusion e il sistema operativo iOS 11.

Fonte:

Tomshw→

L’iPhone 8 avrà un sensore per le impronte sul display?

La notizia è arrivata qualche settimana fa: l’iPhone 8 probabilmente integrerà nello schermo un sensore basato sulla tecnologia di imaging a ultrasuoni per il riconoscimento delle impronte. Il motivo sarebbe da ricercare nella maggiore praticità di questa tecnologia, che non richiede pressione e funziona anche se il dito è bagnato; inoltre non è un mistero che la Apple voglia eliminare il tasto home a favore di un’area touch-screen, ragion per cui il riconoscimento delle impronte tramite display sarebbe la conseguenza naturale di questo cambiamento.

 
 

Questo insomma potrebbe decretare il pensionamento definitivo del Touch ID (introdotto la prima volta con l’iPhone 5s nel 2013), anche se non è ancora sicuro che la tecnologia impiegata sarà davvero quella di imaging a ultrasuoni: si è parlato infatti di un ipotetico meccanismo di sblocco attivato tramite fotocamera frontale 3D, che agisce mappando il volto dell’utente. Per saperne di più, come sempre, bisognerà attendere la presentazione ufficiale dell’iPhone 8 che dovrebbe tenersi al Keynote tra settembre e ottobre.

Fonte: Tomshw→

Apple deposita un nuovo brevetto: iPhone e iPad due potenziali laptop?

 
 


Unire prodotti Apple® differenti in un unico dispositivo? È quanto sembra stia progettando l’azienda di Cupertino: in un prossimo futuro, infatti, iPhone e iPad potrebbero dare vita a un dispositivo 2 in 1 in stile Macbook. Stando al brevetto rilasciato da poco, l’iPhone potrà essere integrato a un accessorio che fornirà un display più grande e una tastiera; il melafonino fornirebbe la potenza di calcolo, la connettività e l’elaborazione grafica, senza contare il possibile uso come touchpad. Per quanto riguarda invece l’iPad, il progetto sembra prevedere un supporto per sistemare il tablet in verticale in modo da offrire una tastiera QWERTY completa e un trackpad.
 

FONTE
Repubblica >>